ASIB | Invecchiare Bene

Movimenti dolci in acqua calda

Descrizione

Le peculiarità dell’acqua come ambiente di allenamento sono molteplici: innanzitutto è un ottimo elemento in cui praticare attività fisica perché riduce le pressioni articolari. Per questo è indicata sia per evitare tensioni sulle articolazioni di persone libere da qualsiasi patologia, che per ripristinare la corretta funzionalità articolare in soggetti che hanno bisogno di terapie riabilitative. L’allenamento in acqua è pertanto molto indicato nei soggetti in età avanzata.
L’elemento acquatico è in grado di ridurre tutti i tipi di tensioni articolari senza però vanificare il lavoro fisico. Anzi, l’allenamento in un fluido risulta più forte rispetto a quello sulla terra ferma, poiché la densità dell’acqua è maggiore di quella dell’aria di circa dieci volte. Dunque i movimenti effettuati con il corpo immerso nell’acqua, sono più lenti e l’acqua si propone come un attrezzo di allenamento paragonabile a manubri e bilanciere.
In sintesi, allenarsi in acqua è meno pericoloso sotto il profilo articolare ma molto più faticoso sotto quello muscolare. Lo sviluppo muscolare è fondamentale per gli individui della terza età, in quanto previene il rischio di cadute e di conseguenti fratture invalidanti. Oltre ai vantaggi funzionali, bisogna ricordare che essendo il corpo umano formato per circa il 65% di acqua, l’allenamento in piscina è sicuramente più naturale. Inoltre, l’attività fisica svolta in acqua è anche più divertente rispetto a quella sulla terra ferma poiché si svolge in uno spazio delimitato che tende anche a incoraggiare i rapporti umani.
Per gli anziani la pratica in acqua è positiva perché la forza di gravità è quasi nulla. Alleggerire il peso senza che esso gravi sulle giunture è fondamentale quando si parla di soggetti particolarmente sensibili. Insomma, la pratica dell’esercizio in ambiente acquatico ha innumerevoli vantaggi e nessuno svantaggio.
A Merano sono già presenti alcune realtà che propongono corsi di aqua fitness ma tali incontri sono perlopiù pensati per persone di seconda età e per categorie specifiche (disabili, donne in gravidanza, ecc.). Analizzando la situazione è evidente che nessuna struttura o società sportiva del Burgraviato si occupa della ginnastica in acqua per anziani, proponendo pertanto un allenamento mirato alle necessità fisiche e psicologiche delle persone della terza età.

Scopo del progetto

I principali obiettivi realisticamente raggiungibili sono l’innalzamento della capacità di adattamento del sistema cardio-circolatorio, unite allo sviluppo della capacità di resistenza e al miglioramento del tono muscolare.
Soprattutto nelle attività destinate a un pubblico più anziano, la ricerca della mobilità articolare e un miglioramento dell’elasticità muscolare rimane uno degli obiettivi principali.
Qualunque sia l’attività proposta, si deve sempre ricercare il miglioramento e l’adattamento del tono muscolare mediante attività di tipo ripetitivo e/o allenanti.
I principi generali prevedono:

  • Non deve fare male
  • Deve essere realizzabile
  • Deve essere efficace
  • Deve essere divertente, anche mediante l’inserimento di qualche esercizio ludico
  • Creare insieme una situazione ambientale spiacevole che consenta ad ogni persona di poter trovare in piscina quanto più vicino possibile alle proprie aspettative.

 

Istruttore: Guglielmo “Willy” Zanotta

Data

Mar 14 2019
Expired!

Ora

10:00 - 11:00

Luogo

Pastor Angelicus
Via Dante Alighieri 34, 39012 Merano (BZ)
Categoria